top of page
Cerca
  • Stefania Salvatore

È subito boom per i primi mercatini di Natale: difficile trovare un singolo tavolino libero

I mercatini di Natale di Bolzano rappresentano una delle mete più gettonate del periodo natalizio. Le luci, i profumi, i colori... Tutto contribuisce a rendere l’atmosfera natalizia decisamente più magica, invogliando migliaia di persone ad intraprendere il viaggio pur di visitarli. L'ardente desiderio è tale che in Alto Adige è subito boom sulle piste da sci e nei Mercatini di Natale. Durante il primo fine settimana d’Avvento, si considera “molto buona” la presenza di turisti sia nelle località di montagna che in quelle di fondovalle.


Non a caso, dove sorgono i 65 stand del mercatino, è un continuo brulicare di persone.

Il target


Fuori dalle pasticcerie e dai locali pubblici c’è difficoltà nel trovare un tavolino libero.


A visitare il mercatino sono soprattutto famiglie, giovani e gruppi di amici.


Passeggiando per gli stand del mercatino bolzanino, il primo di sempre in Italia e quest’anno giunto alla 31/esima edizione, spiccano i prodotti tipici, dagli addobbi in vetro e ceramica ai capi dell’abbigliamento locale. Grande attesa tra gli stand gastronomici per una tazza di vin brulé e dello speciale succo di mela.


Tuttavia, rispetto al passato, la merce ‘made in Südtirol’ lascia spazio a realizzazioni di altre regioni italiane o di altri Paesi europei. È invece esclusa l’importazione dall’Estremo Oriente.

L’intera filiera della montagna (impiantisti, albergatori, maestri di sci e negozi di noleggio) attende comunque il bene primario: la neve.

Infatti, dal prossimo fine settimana le presenze aumenteranno perché apriranno molte stazioni sciistiche, con il Ponte dell’Immacolata che richiamerà i primi turisti stranieri. Il Trentino Alto Adige guarda con attenzione ai mercati dell’Est (Polonia e Repubblica Ceca) ed a quelli di Belgio ed Olanda.

Ecco alcuni commenti estasiati che invadono il web.


"È bellissimo il clima fatto di luci e colori, di freddo e di bevande calde in strada... magia del Natale!! Andateci!!" "Esperienza indimenticabile grazie alla magica atmosfera che si crea tra le varie bancarelle che vendono di tutto: bellissime palline per l'albero di Natale, presepi di legno, soprammobili vari, speck, canederli... e tantissime altre cose!...e poi c'è il negozio della torta Sacher, fiumi di birra e il mitico vin brulè!"


"Molto carine le casette, con prodotti culinari tipici od oggettistica varia(palle per l'albero, guanti, sciarpe, ecc ecc). Peccato non ci sia neve, ma comunque il clima natalizio è garantito."


"Bolzano é sempre bella ma con l'atmosfera natalizia e i mercatini di natale ancora di più... Essendo domenica c'era moltissima gente ma si riusciva a passeggiare tranquillamente, la prima parte più piccola sul viale vicino alla stazione dove c'è la stella cometa é più caratteristica parchetto ben addobbato e vero artigianato, ma tutto nei dintorni é molto bello e ben organizzato, la casetta di legno della Thun magnifica come sempre!! Ogni anno Bolzano merita una visita soprattutto se come me ami il natale."

Ma torniamo a noi.

Alla fin fine, se lo vogliamo analizzare, lo spirito del Natale è proprio questo gran sentimento di gioia misto a fantasia, lo stesso che ispirò Charles Dickens nel suo commovente “Canto di Natale”. Secondo un gruppo di ricercatori danesi questo spirito esisterebbe davvero e sarebbe presente in ogni essere umano e nello specifico si troverebbe nel cervello. Dedicarci alle decorazioni, scoprirsi emozionati di fronte alle mille luci natalizie, sentirsi felici di riuscire a tramandare la tradizione di Babbo Natale ad un bambino e riuscire a fargli credere nella sua esistenza, perdere ore per comprare regali, passare tempo a scovare le ricette “natalizie” con cui imbandire la tavola, avere l’occasione per ritrovarsi con tutti i membri della propria famiglia, scartare i regali, aspettare la neve alla finestra… Forse è proprio questo lo spirito del Natale che, anziché venirci a trovare ogni anno come nel romanzo di Dickens, più semplicemente abita in noi, nel nostro cervello, da secoli… Il Natale in questo senso si incentra sui preparativi, sui gesti, sulla pianificazione di giornate speciali da condividere.. Per poi aspettare e pregustare insieme un dono speciale che arriverà… E godere non solo del traguardo, ma del viaggio che ci porta alle conquiste della nostra vita. Le stesse conquiste che meriti di ottenere nella tua struttura ricettiva, apportando alcuni piccoli accorgimenti che troverai all'interno di un facilitatore, progettato apposta per te. Così sarà più facile attrarre il pubblico giusto.

Ecco perché, se non hai ancora ordinato la tua copia, il mio umile consiglio è assicurartela (prima che sia troppo tardi) facendo clic su questo link. Non penso sia un caso se... chi lo ha già acquistato... ... lo definisce l'unico sistema che aiuta (in maniera concreta e senza inutili divagazioni) ad ottenere davvero più clienti più felici. Si tratta di un manuale utile e pratico, da tenere costantemente sulla scrivania e da utilizzare come fosse la tua nuova bussola. Un piccolo primo passo verso la totale dedizione ai tuoi ospiti. È già successo con i miei studenti avanzati e succederà anche con te: gli ospiti non vedranno l'ora di rivederti e te lo diranno nell'esatto momento in cui ti lasceranno le loro testimonianze come persone soddisfatte del servizio e felici di fare affari con te.

Approfitta quindi del ridicolo prezzo che ho riservato per le ultime copie disponibili: non ci sarà mai alcuna ristampa.

E ricorda: anche i più bravi - o i fuoriclasse - non possono compiere più di un singolo passo per volta. Quindi fai il tuo: ordina adesso la tua copia. Un abbraccio e buon lavoro, Stefi


bottom of page