Cerca
  • Stefania Salvatore

Airbnb spariglia le carte e reinventa la piattaforma: "Il modo di viaggiare è cambiato per sempre"

"Il modo di viaggiare delle persone è cambiato per sempre".


Così Brian Chesky, Ceo e co-founder di Airbnb, annuncia le ultime novità della piattaforma: "Sarà il più grande cambiamento di questo decennio".


Per rispondere alle esigenze del post pandemia di viaggiatori e nuovi nomadi digitali, la società innova l’organizzazione del lavoro per i suoi dipendenti e aggiorna la piattaforma per gli utenti.

"In primo luogo, le persone sono più flessibili su dove vivono e lavorano, quindi abbiamo progettato una nuova modalità di ricerca attraverso le Categorie Airbnb" spiega Chesky.


L’idea è quella di far visualizzare agli utenti mete e alloggi più insoliti rispetto a quelli indicati dalle chiavi di ricerca classiche, così da facilitare il turismo e far conoscere luoghi meno frequentati.


Oltre a cercare località e data, gli utenti hanno a disposizione 56 categorie di alloggi organizzate in base a design, posizione o attività.


Si va dai camper ai mulini a vento, dalle sistemazioni al lago a quelle nel deserto, dal camping al surf.

"In secondo luogo, le persone fanno viaggi più lunghi, quindi abbiamo creato i Soggiorni Collegati per offrire più opzioni e dividere il viaggio tra due case", prosegue Chesky.


Questa nuova funzionalità consente di selezionare alloggi diversi per dividere lo stesso viaggio in due tranche e vivere così esperienze differenti.


"Terzo, stiamo introducendo AirCover per gli ospiti, garantendo la sicurezza di prenotare in tranquillità" conclude il Ceo di Airbnb, che annuncia inoltre un’assicurazione più completa per i viaggi, sempre inclusa e gratuita per ogni soggiorno.

"Quest’estate milioni di persone viaggeranno per la prima volta dall’inizio della pandemia. Per questo abbiamo creato AirCover, la protezione assicurativa più completa per i viaggi. AirCover è sempre inclusa e gratuita e rappresenta il più grande miglioramento del servizio clienti Airbnb degli ultimi 10 anni.


Con AirCover, gli ospiti sono coperti sotto quattro aspetti ogni volta che soggiornano con Airbnb:

  • Garanzia di Prenotazione – Nel caso improbabile che un host debba cancellare la prenotazione entro 30 giorni dal check-in, troveremo una casa alternativa, simile o migliore o effettueremo un rimborso.

  • Garanzia di check-in – Se non è possibile effettuare il check-in presso la casa e l’host non può risolvere il problema, troveremo una casa alternativa, simile o migliore, per la durata del soggiorno originale o effettueremo un rimborso.

  • Garanzia di conformità – Se in qualsiasi momento durante il soggiorno l’ospite nota che la casa non è conforme all’annuncio – per esempio, il frigorifero non funziona e l’host non può ripararlo facilmente, o ci sono meno camere da letto di quelle elencate – l’ospite avrà tre giorni di tempo per segnalarlo e troveremo una casa simile o migliore, o effettueremo un rimborso.

  • Supporto Sicurezza H24 – In qualunque momento l’ospite dovesse sentirsi non al sicuro, potrà mettersi in contatto con agenti specializzati nella sicurezza, giorno e notte.

AirCover è stata progettata direttamente nell’app e nel sito di Airbnb, permettendo di contattare facilmente un agente e risolvere rapidamente i problemi. Abbiamo creato un team di agenti appositamente formati per l’assistenza nella ri-prenotazione last minute. Abbiamo anche ampliato significativamente la nostra linea di sicurezza 24 ore su 24 per coprire 16 lingue".

Tutte queste garanzie da parte del leader di categoria dovrebbero farti nascere una sola grande domanda: "Perché lo fanno?"


E, come specialista di marketing a risposta diretta, ti assicuro che le garanzie sono un'ottima forma per abbassare quelle barriere (a volte anche inconsce) che separano l'utente dal clic finale per la prenotazione.


Tuttavia, per quanto efficaci, le garanzie non rappresentano il primo punto su cui far leva: un'accoglienza inadeguata, infatti, andrebbe a distruggere l'esperienza dell'ospite.


Quello che dovresti fare, invece, è puntare ad ottenere soltanto ospiti felici.


Ed è qui che posso darti una mano, tra un attimo.


Forse ne sei già al corrente, ma ricordarlo è cosa buona e giusta.


Ho costruito "La bussola della gestione dell'ospite", dopo dieci anni di studio e applicazione, successi e fallimenti, gioie e dolori vissuti in prima persona sulla mia pelle...


Ed è per questo che posso proporti una macchina di accoglienza quasi perfetta, adatta a tutti gli operatori del settore accoglienza che desiderano ottenere soltanto ospiti felici.


Questa bussola ti aiuta ad individuare i 4 punti cardinali per la gestione dell’ospite “felice".


Più nella pratica:

  1. comprensione;

  2. processi;

  3. gestione;

  4. effetto wow.

Sono i concetti fondamentali che troverai esplorati in lungo e in largo nei vari capitoli del mio libro, "Metodo Hospitality”.


Se non hai ancora ordinato la tua copia, il mio umile consiglio è assicurartela (prima che sia troppo tardi) facendo clic su questo link.


Non penso sia un caso se... chi lo ha già acquistato...

lo definisce l'unico sistema che aiuta (in maniera concreta e senza inutili divagazioni) ad ottenere davvero più clienti più felici.


Si tratta di un manuale utile e pratico, da tenere costantemente sulla scrivania e da utilizzare come fosse la tua nuova bussola.


Un piccolo primo passo verso la totale dedizione ai tuoi ospiti.


È già successo con i miei studenti avanzati e succederà anche con te: gli ospiti non vedranno l'ora di rivederti e te lo diranno nell'esatto momento in cui ti lasceranno le loro testimonianze come persone soddisfatte del servizio e felici di fare affari con te.

Approfitta quindi del ridicolo prezzo che ho riservato per le ultime copie disponibili:

non ci sarà mai alcuna ristampa.


E ricorda: anche i più bravi - o i fuoriclasse - non possono compiere più di un singolo passo per volta. Quindi fai il tuo: ordina adesso la tua copia.


Un abbraccio e buon lavoro,

Stefi