top of page
Cerca
  • Stefania Salvatore

App di viaggio: ecco la lista delle dieci più scaricate

Google Maps si conferma l'app più utilizzata per viaggiare. Secondo un recente studio della piattaforma Apptopia è in vetta alle classifiche delle applicazioni più scaricate nel 2021 non solo per gli spostamenti, ma anche per la scelta di locali e di servizi.


Non a caso, in questi ultimi anni, l'applicazione si è arricchita di funzioni: l'ultima permette di capire se e quando c'è troppa folla in una determinata location.


L'app è diventata così uno strumento che ispira, capace di fornire informazioni sempre più dettagliate. Infatti è attiva sugli smartphone di più di 106 milioni di utenti.

La seconda app in classifica è Uber, la piattaforma attraverso la quale chiamare o condividere l'auto con autista. Anche se in Italia non viene sfruttata tanto, in realtà sono 94 i milioni di download in tutto il mondo.

In terza posizione troviamo Booking.com che, nonostante i cambiamenti nel modo di viaggiare provocati dalla pandemia, è stata scaricata 63 milioni di volte.


Al quarto posto Google Earth: la piattaforma per esplorare il mondo in ogni suo angolo (con spettacolari viste tridimensionali) ha 57 milioni di download.

Quinto posto in classifica per l'app delle vacanze brevi Airbnb, che continua a inserire novità per viaggiatori e ospiti sempre più "nomadi". Risultano 44 milioni di download nel 2021.

Sesto posto per DiDi, un'app cinese molto simile ad Uber che si è evoluta in DiDi Rider per Giappone, Australia e alcuni Paesi dell'America Latina: 27 milioni di download.

Bolt, una delle numerose piattaforme per noleggiare monopattini, si posiziona al settimo posto con 25 milioni di download. Il download è disponibile in oltre 40 Paesi e 200 città in tutto il mondo.


Sono 23,3 i milioni di download per chi usa l'app Lyft, concorrente diretta di Uber: è all'ottavo posto ed è attiva solo negli Stati Uniti.

Al nono posto c'è la prima applicazione indiana dedicata agli spostamenti in treno: Where is my train?, scaricata 23.1 milioni di volte in un Paese con quasi 120mila chilometri di binari.

Fanalino di coda Grab, la più grande applicazione del Sudest asiatico con cui muoversi in auto, bus o scooter, farsi portare il cibo o la spesa a casa ed effettuare pagamenti. I download nel 2021 sono stati 23 milioni.

Ma adesso smettiamo di guardare oltre confine e focalizziamoci sull'Italia: dopo Google Maps e Booking.com, spiccano altre app gratuite: Spiagge, dedicata ai gestori e agli utenti degli stabilimenti balneari per prenotare online e senza stress spiagge, lettini e ombrelloni; Skyscanner, che permette di trovare i voli low cost, gli hotel e i noleggi auto più convenienti; Tripadvisor per scovare hotel, ristoranti e locali con le recensioni degli utenti e l'app Waze quando si viaggia per ricevere gli aggiornamenti in tempo reale su traffico, code ed eventuali cantieri o posti di blocco.


E non è finita qui: SoloTraveller, un'app per chi viaggia in solitaria con sezione dedicata alle donne che viaggiano da sole, una per mettersi in contatto con altri viaggiatori solitari e una mappa di hotel e di locali da vedere assolutamente; Tripcase, app usata da chi viaggia spesso anche per lavoro e che organizza il viaggio in ogni dettaglio (dal volo all'hotel o all'auto con la possibilità di ricevere notifiche ogni volta che qualche dettaglio del viaggio cambia).


Per gli sportivi invece esiste Naviki, che è l'app con cui pianificare e condividere i percorsi da scoprire in bicicletta: un ottimo navigatore per non perdersi neppure una pista ciclabile e le attrazioni più belle.


Infine Babyout: è l'app ideale per chi viaggia o organizza escursioni con i bambini. Infatti, consente di trovare ovunque i luoghi più adatti ad un bambino: dai parchi agli eventi, dai negozi alle strutture ricettive.

Lo spunto da cogliere da questo genere di notizie è che ogni applicazione viene progettata e cucita intorno ad esigenze specifiche. C'è una grande attenzione al dettaglio e non si lascia nulla al caso. Ogni target, infatti, è mosso da necessità differenti e, a seconda del bisogno del momento, può risolvere il problema in maniera semplice e veloce.


Come al solito si tratta di trovare il coraggio per osare: capire le aspettative dell'ospite, avventurarci negli abissi dei suoi desideri, delle sue paure, delle sue speranze e dei suoi bisogni... ... perché questo ci permetterà di eccellere rispetto agli standard (bassi) dei competitor.


Ne sono sicura: a quel punto potrai dire di conoscere davvero il tuo ospite target, aiutandolo ad orientarsi in mezzo alla giungla di proposte (spesso simili) contro le quali si imbatte tutti i giorni.


Ed è il motivo per cui, dopo 10 anni di studio e applicazione, ho creato "La bussola della gestione dell'ospite", adatta a tutti quegli operatori del settore accoglienza che desiderano ottenere soltanto ospiti felici ed aiutarli sinceramente.


Questa bussola ti aiuterà ad individuare i 4 punti cardinali per la gestione dell’ospite “felice".


Più nella pratica:

  1. comprensione;

  2. processi;

  3. gestione;

  4. effetto wow.

Sono i concetti fondamentali che troverai esplorati in lungo e in largo nei vari capitoli del mio libro, "Metodo Hospitality”.


Se non hai ancora ordinato la tua copia, il mio umile consiglio è assicurartela (prima che sia troppo tardi) facendo clic su questo link.


Non penso sia un caso se... chi lo ha già acquistato...

lo definisce l'unico sistema che aiuta (in maniera concreta e senza inutili divagazioni) ad ottenere davvero più clienti più felici.


Si tratta di un manuale utile e pratico, da tenere costantemente sulla scrivania e da utilizzare come fosse la tua nuova bussola.


Un piccolo primo passo verso la totale dedizione ai tuoi ospiti.


È già successo con i miei studenti avanzati e succederà anche con te: gli ospiti non vedranno l'ora di rivederti e te lo diranno nell'esatto momento in cui ti lasceranno le loro testimonianze come persone soddisfatte del servizio e felici di fare affari con te.

Approfitta quindi del ridicolo prezzo che ho riservato per le ultime copie disponibili:

non ci sarà mai alcuna ristampa.


E ricorda: anche i più bravi - o i fuoriclasse - non possono compiere più di un singolo passo per volta. Quindi fai il tuo: ordina adesso la tua copia.


Un abbraccio e buon lavoro,

Stefi

bottom of page