top of page
Cerca
  • Stefania Salvatore

Come lo stupore muove il turismo: il successo della sezione degli alloggi Wow di Airbnb

Sono ormai quasi 700 gli alloggi che puntano all’eccentricità, tutti racchiusi nella categoria Wow di Airbnb. È così che l'originalità di costruzioni e arredi attrae turisti, sempre più spesso alla ricerca di esperienze stravaganti. Dall’astronave al sottomarino, passando per un UFO... ... le possibilità di soggiornare diventano sempre più ampie.

Airbnb è senza dubbio uno tra i soggetti economici che in questi ultimi decenni ha maggiormente rivoluzionato il turismo, mettendo a sistema l'affitto di posti letto tra privati.

Era il 2007 quando il giovane designer Brian Chesky e il suo compagno di studi Joe Gebbia (l'anno seguente, si aggiungerà nell'impresa anche Nathan Blecharczyk) decisero di affittare per qualche notte il loro soggiorno di San Francisco durante un importante festival di design.

A disposizione degli ospiti misero il loro materasso ad aria, incluso di prima colazione: Airbed and Breakfast. Una meta ancora oggi disponibile a catalogo.

Ma da allora, Airbnb ha superato i 6mila dipendenti e sfiorato i 6 miliardi di dollari di entrate (dati Nasdaq, 2021), permettendo l'incontro tra 4 milioni di host e oltre 900 milioni di turisti.

Al motto di 'meravigliosamente strano', Wow! è stata lanciata tra le 56 categorie con cui ricercare il proprio strabiliante soggiorno sul sito: come simbolo é stato scelto un UFO.

Un disco volante molto simile a quello in cui soggiornare a Redberth, nel Regno Unito.

Mantenuta quindi la promessa di una categoria che 'non ha limiti': qui si passa dalla patata da 6 tonnellate con interni in color cipria dell'Idaho, al complesso residenziale messicano Quetzalcoatl, progettato dall'architetto Javier Senosiain.

Ma insieme agli esempi più bizzarri, a volte al limite del kitsch, prendono parte alla categoria anche eleganti costruzioni dai raffinati arredi.

Ad esempio le Mirror Houses di Bolzano, che come in un gioco di specchi riflettono lo splendore delle Dolomiti.

La selezione delle strutture Wow avviene tramite originalità, esperienza e sostenibilità. L’alloggio deve essere creativo, unico e straordinario, assicurare un’esperienza immersiva agli ospiti ed avere attributi sostenibili dal punto di vista ambientale.

Deve rispecchiare una serie di standard estetici tra cui elementi e caratteristiche di design estremamente particolari, una forma o uno stile insolito e/o sorprendente, un design interno che rifletta l'estetica di quello esterno e l’ispirazione a oggetti di uso quotidiano, animali o luoghi facilmente riconoscibili e interessanti. Ma soffermiamoci un attimo sulla parola "wow"... ... perché é la stessa che dovresti far esclamare a tutti i tuoi ospiti! Tuttavia, mi rendo conto che tra la teoria e la pratica c'è una grossa differenza. Questo aspetto emerge sempre più spesso durante le mie consulenze alle strutture ricettive che sognano di ottenere più clienti più felici.


Ed è il motivo per cui ho condensato tutto il mio sapere, tutti i miei investimenti, tutte le mie ore di studio all'interno di un piccolo manuale.


Costa meno di un portachiavi personalizzato e può essere tuo con un semplice clic su questo link: Metodo Hospitality.

Non a caso, chi lo ha già acquistato, lo definisce l'unico sistema che aiuta (in maniera concreta e senza inutili divagazioni) ad ottenere più clienti più felici. Se non hai ancora ordinato la tua copia, il mio umile consiglio è assicurartela (prima che sia troppo tardi) facendo clic su questo link.


Approfitta subito del ridicolo prezzo che ho riservato per le ultime copie disponibili perché non ci sarà mai alcuna ristampa.


Non escluderti: ordina adesso la tua copia.


Un abbraccio e buon lavoro,

Stefi

bottom of page