top of page
Cerca

Finalmente anche in Sardegna vedremo spuntare i primi Boat&Breakfast. Sai già di cosa si tratta?

In Sardegna le barche da diporto ormeggiate in porto o alla fonda potranno finalmente diventare strutture ricettive.


Lo prevede una legge approvata dal Consiglio regionale per incrementare l’offerta turistica, dopo quelle che favoriscono l’enoturismo e la vendita dei prodotti tipici agroalimentari all'interno dei bed and breakfast dell’isola.


Le barche, che siano a vela o a motore, saranno abilitate a diventare vere e proprie strutture ricettive, come peraltro avviene da tempo nel Nord Europa.


Finalmente: si tratta di una formula di ricettività innovativa e al passo con le evoluzioni di un mercato che chiede sempre più vacanze esperienziali e sostenibili, oltre che a stretto contatto con la natura.


In parole povere, un albergo nautico diffuso non è altro che dare la possibilità ai turisti di utilizzare tutto l’anno una barca come se fosse la camera di un hotel, mentre tutti i servizi accessori a quelli di bordo sono messi a disposizione dal porto turistico o dalla marina nella quale ci si trova.

Ovviamente gli ospiti avranno la possibilità di poter uscire in mare con la barca, anche se a breve raggio e in ambito locale. Non c’è alcun limite temporale all'apertura dell’albergo nautico diffuso: ci si potrà andare tutto l’anno, anche solo per uscire dal porto e fare il bagno o per una mini-crociera nei dintorni.


Regole nate con lo scopo di aiutare a favorire lo sviluppo di un turismo autonomo, capace di attrarre flussi aggiuntivi rispetto agli stereotipi della ricettività tradizionale.

Perché l’Albergo Nautico Diffuso non è un semplice charter?

Da sottolineare come l’attività turistica legata all’albergo nautico diffuso dovrà essere gestita in forma imprenditoriale. Secondo le disposizioni le unità da diporto potranno essere concesse in uso ai clienti solo attraverso contratti di locazione.


Questo è davvero un nuovo modo di concepire l’accoglienza per l’Italia: in altri paesi, come ad esempio Grecia e Turchia, è invece una realtà ben consolidata.


Ad ogni modo, non bisogna confondere l’albergo nautico diffuso con un charter nel quale si noleggia l’imbarcazione con l’equipaggio. In questa formula la “struttura alberghiera” che ospita il turista rimane a terra, non ha equipaggio a bordo anche se si occupa di tutti i servizi tipici di una struttura ricettiva: promozione del territorio, accoglienza del cliente, assistenza 24 ore su 24, vendita di servizi turistici territoriali aggiuntivi.

Ed è proprio perché il format vede le barche come delle camere di una residenza turistico alberghiera che, a differenza del charter, non possono muoversi liberamente dove vogliono.


Le aree di navigazione saranno infatti limitate al tratto costiero di prossimità al porto turistico di riferimento, quello nel quale devono avvenire gli imbarchi e gli sbarchi.


E, non a caso, ultimamente si sente parlare sempre più spesso di un nuovo trend:

ti dice nulla il Boat and Breakfast?

Che tu ci creda o meno, si tratta di un concetto affine all’ormai strafamoso e conosciuto

Bed and Breakfast, una di quelle tipologie di soggiorno dove i viaggiatori possono soffermarsi in un luogo e godere di due cose principali: un letto e una colazione.


L’evoluzione di questo concetto, su mare anziché terra, è proprio il Boat and Breakfast.

Boat and Breakfast: cosa sono?

Il Boat and Breakfast è proprio come un normale Bed and Breakfast, con l’unica differenza che si trova su una barca invece che in un edificio.


Tuttavia, soggiornare su una barca regalandosi il piacere di vivere del tempo in maniera lussuosa e quasi sfarzosa, rappresenta una di quelle esperienze indimenticabili.


Forse proprio per questo, nell’ultimo periodo, l'attività si sta espandendo quasi in tutto il mondo offrendo ai clienti interessati degli standard qualitativi altissimi.


Ma non pensare sia semplice: i titolari delle barche offerte in qualità di Boat & Breakfast sono obbligate a rispettare delle determinate normative per garantire la totale sicurezza del soggiorno degli ospiti.


Per esempio: affinché un Boat and Breakfast rispetti i requisiti imposti, la barca dev’essere ancorata in un posto sicuro e facile da raggiungere. Non ci devono essere pericoli di alcun genere per la salute umana né sulla barca né durante il tragitto. La stessa barca deve includere delle adeguate attrezzature di sicurezza. La barca deve avere anche una vasta gamma di materiali di consumo; vengono rispettate tutte le norme di pulizia.

Gli ospiti vengono in tutto e per tutto trattati come se fossero degli ospiti in un normale hotel o Bed and Breakfast. Il check-in può essere svolto sia sulla barca che in un altro edificio: la scelta spetta comunque al titolare dell’attività.


Il team di lavoro che opera in un Boat & Brekfast non si differenzia molto da quello che lavora presso un normale B&B. La quantità di membri dello staff varia a seconda della grandezza della barca, delle sue funzionalità e dei processi di gestione.


In genere, però, oltre al titolare (e possibile capitano) della barca, è quasi sempre possibile trovare almeno altre 2-3 persone dello staff. Di norma queste non interferiscono nel soggiorno delle persone, affinché gli ospiti possano sentirsi a proprio agio e godere dell’esperienza. Il comfort e la privacy non verrà mai intaccata.

https://boatsandbreakfast.com/

Abbiamo detto che in Italia si tratta di un servizio abbastanza nuovo, ragion per cui ancora oggi non ci sono tantissimi Boat and Breakfast.

Il fenomeno nasce negli Stati Uniti e in poco tempo si diffonde soprattutto in Francia e in Olanda. Il risultato? Cenare a lume di candela coccolati dalle onde sembra non avere rivali.


La formula boat&breakfast risulta vincente in diverse occasioni, come ad esempio se si desidera piena intimità, senza essere costretti a condividere gli spazi con altre persone, e magari decidere di soggiornare in barca per tutta la notte.


Con il boat & breakfast puoi organizzare i soggiorni con la famiglia in piena sicurezza e approfittare dei proprietari delle barche, che spesso sono persone del posto, per avere consigli sui percorsi più suggestivi, quali spiagge non perdere o i monumenti che meritano una visita... ... Oltre a tanti altri suggerimenti per rendere il tuo soggiorno originale.

Forse è presto per annunciare previsioni.


Ma sono abbastanza sicura che questa nuova formula risulterà vincente per tutta una serie di motivi che ora non ho modo di spiegare.


In compenso, iscrivendoti alla priority list per il lancio del mio nuovo libro, riceverai in Regalo un condensato cartaceo dei miei "primi" 10 anni di studio del marketing.

Penso sia un buon compromesso, non trovi?


Quindi clicca sul link, lascia i tuoi dati e aspetta il contatto da parte di un mio tutor.


E come sempre sentiti libero di scegliere. La scelta è tua e soltanto tua.


Un grande abbraccio,

Stefi




bottom of page