top of page
Cerca
  • Stefania Salvatore

La catena di hotel super lusso Dorchester apre a Tokyo con una struttura nella torre giardino

La storica catena inglese di hotel super lusso, la Dorchester Collection, (con nove iconici hotel in tutto il mondo), ha in previsione l’apertura di una nuova struttura a Tokyo. Partito da Londra, questo marchio dell’ospitalità a cinque stelle nel tempo ha investito fuori dal Regno Unito scegliendo in Europa Parigi, Roma, Milano; negli Usa, Los Angeles e Dubai negli Emirati Arabi Uniti. Ora, il CEO di Dorchester Collection, Christopher Cowdray, annuncia l’apertura di un nuovo hotel a Tokyo, in Giappone, segnando così il debutto del marchio londinese in Asia.

Attualmente in costruzione, la struttura ricettiva vedrà la luce nel 2028 e la location selezionata è l’edificio più alto del Giappone, la Torch Tower, che con i suoi 390 metri d’altezza diventerà un nuovo simbolo della capitale nipponica. L’hotel sarà nei piani superiori e ne occuperà ben sei, dal 53° al 58°, per un totale di 21.400 metri quadrati, dai quali si potrà ammirare un meraviglioso panorama sulla baia di Tokyo, sul Palazzo Imperiale, su tutta la città fino al maestoso Monte Fuji. Saranno 110 camere dal design ispirato al mondo della natura, ristoranti, una piscina ed “un giardino nel cielo” che ruoterà attorno ai temi della contemplazione della natura e all’arte giapponese dell’omotenashi.

E non è un caso se si parla di arte: Omotenashi é la cultura dell'ospitalità nipponica e chiunque vada in Giappone non può mancare di notare la profonda cortesia e dedizione con cui i giapponesi accompagnano ogni loro gesto. La definizione delle buone regole di ricevimento e di intrattenimento degli ospiti fu parte importante dell'opera di Sen no Rikyū, uno dei più noti maestri giapponesi del Chadō (茶道), la Via del Tè. Monaco buddhista Zen, Sen no Rikyu stabilì i principi e le buone regole di condotta da integrare nella Cerimonia del tè.

La Omotenashi esprime profonda dedizione verso l'ospite, ciò che si fa per l'ospite e con l'ospite e quindi anche verso se stessi.

Tra i caratteri fondamentali della omotenashi troviamo la ricerca dell'armonia, la cura, l'assenza di invadenza, la capacità di prevedere e intuire le esigenze e la sensibilità altrui. La omotenashi ha nei secoli plasmato la mentalità e le usanze dei giapponesi ed è parte essenziale delle relazioni sociali in ogni ambito, più o meno formale. Ospitalità” è il termine italiano che, nello sforzo di traduzione, si avvicina di più a quest'arte, mancando di coglierne le profonde e radicate istanze culturali e filosofiche. Ma ospitalità é anche il concetto che ruota attorno al mio libro, Metodo Hospitality.

Infatti, chi lo ha già acquistato, lo definisce l'unico sistema che aiuta (in maniera concreta e senza inutili divagazioni) ad ottenere più clienti più felici.

Se non hai ancora ordinato la tua copia, il mio umile consiglio è assicurartela (prima che sia troppo tardi) facendo clic su questo link.


Approfitta subito del ridicolo prezzo che ho riservato per le ultime copie disponibili perché non ci sarà mai alcuna ristampa.


Non escluderti: ordina adesso la tua copia.


Un abbraccio e buon lavoro,

Stefi






bottom of page