top of page
Cerca
  • Stefania Salvatore

La nuova tendenza dei viaggi di nozze in gruppo: ecco svelato il segreto dei Buddymoon

Il modo in cui i viaggiatori affrontano la vacanza è cambiato radicalmente - soprattutto negli ultimi dieci anni -. Con l'avvento dei social media (unito al fatto che le coppie si sposano più tardi nella vita) le priorità sono cambiate. Infatti, quando arriva la luna di miele, gli sposini di solito hanno già vissuto una fuga romantica per due. Ed ecco che entra in gioco la Buddymoon.

La luna di miele come romantica fuga a due é un’idea sorpassata per molti sposini.


Anche in Italia comincia ad affermarsi quella che, all’estero, è una vera e propria tendenza: il viaggio di nozze in gruppo, o “buddymoon” (termine che deriva dall’unione di buddy, “amico” e honeymoon, “luna di miele”).

A confermarlo è CartOrange, la più grande azienda italiana di consulenti di viaggio, specializzata nei viaggi di nozze esperienziali su misura e per questo attenta osservatrice dei trend di costume: «Negli ultimi anni il modo in cui le coppie italiane guardano al viaggio di nozze è cambiato moltissimo, di pari passo con i mutamenti sociali – conferma Claudio Asborno, Responsabile del Tour Operator CartOrange –. Continua a essere considerato uno dei viaggi più importanti della vita, gli si riserva un budget consistente e si prediligono destinazioni e strutture di alto livello, con un pizzico di romanticismo, questo è certo. Ma non è più il primo viaggio “a due” della coppia, e allora gli elementi che lo rendono unico e indimenticabile sono altri, come fare esperienze insolite e condividerle con altre persone, che siano amici di lunga data o appena conosciuti, con cui si hanno passioni in comune. Ecco perché, da alcuni anni, riscontriamo che un numero crescente di coppie ci chiede di trasformare la luna di miele in un viaggio di gruppo».

I motivi per cui l’idea di un viaggio di nozze in gruppo piace sempre di più sono tanti e differenti: «Innanzitutto c’è chi chiede di partire con gli amici più stretti, in una sorta di prolungamento delle celebrazioni del giorno del sì. Si costruiscono quindi itinerari in cui si bilanciano le esperienze esclusive per gli sposi, che sono comunque fondamentali, e altre tipicamente di gruppo. In questo modo, tra l’altro, se i due sposi hanno voglia di provare attività diverse possono farlo, senza rinunciare a nulla: per esempio, mentre uno dei due fa sport con alcuni amici, l’altro o l’altra può dedicarsi a una visita culturale, sempre in compagnia. E la sera è bello ritrovarsi tutti insieme e raccontarsi tutto».

Ad ogni modo, per quanto avventurosa o votata al divertimento, la luna di miele è sempre la luna di miele: un momento irripetibile della vita che richiede un’organizzazione ad hoc. Ma ha senso un viaggio di nozze in comunità? La domanda nasce spontanea: che senso ha prendere un periodo che nasce per essere vissuto in coppia e trasformarlo in un'esperienza condivisa? Per rispondere con precisione dobbiamo fare un tuffo nel passato, puntando alle origini e alla tradizione.

L'espressione «luna di miele» nasce per descrivere il primo mese passato insieme in coppia (luna), legato all'usanza di regalare l'idromele ai neo-sposi. Con successiva traslazione, si intende il primo mese di matrimonio intriso di dolcezza.


A questo primo momento di vita in coppia, con l'approdo del Novecento e la diffusione del turismo di massa, si associa l'idea di vacanza e nasce così la «luna di miele» intesa come viaggio di nozze.


Per alcuni quindi rimane puro (e sano) interesse alla scoperta del mondo e allo scoprirsi nuovi nel mondo come coppia; per altri é un momento di relax lontano da tutto per vivere e riscoprire la coppia; per altri ancora é uno status symbol irrinunciabile, tanto da progettarlo a tutti i costi e in qualsiasi modo, pure in gruppo.

Prenderà piede il «buddymoon»? Forse sì. Un recente studio dell'app di pagamento Barclays ha intervistato 2.000 persone (con relazioni sentimentali) di età compresa tra 18 e 35 anni per valutare se avrebbero preso in considerazione l'idea di andare in luna di amici con i loro amici più cari. I risultati? Un sorprendente 47% ha detto "".


Non è un caso quindi se il trend sia stato lanciato da alcuni vip famosi (tra cui Jennifer Aniston) e sempre più sposi scelgano di condividere il viaggio dopo il matrimonio con gli amici più cari.


Buddymoon, la nuova tendenza della luna di miele con gli amici, può riguardare persone più adulte, chi ha già una famiglia precedente oppure chi ha semplicemente voglia di stare sempre in compagnia – anche nel viaggio – dopo il matrimonio.


Nonostante sia una moda recente, che forse riguarda meno il nostro paese, i giganti del web si sono mossi in tal senso: Airbnb ha stilato una wishlist, ossia una serie di luoghi dove è possibile organizzare un viaggio di nozze in compagnia.

Come vedi il mondo corre veloce: qui non c'è fantasia, ma pura realtà dei fatti.


Solo che a questo punto potrebbe scattare la trappola:

"Eh Stefi, tu la fai facile... quelli hanno i soldi per proporre vacanze da urlo! "


E credimi, sarebbe un ragionamento profondamente sbagliato.


È vero, i soldi di mezzo ci sono sempre. Ma il punto non è ancorarsi ad una mera questione di soldi.


Il punto è che tutti questi viaggi vengono costruiti intorno ad un'esperienza superlativa per gli ospiti.


E siccome parliamo di emozioni, sono quasi sicura che possa crearle anche tu.

Senza investimenti multimilionari.


Bastano appena 19€, infatti, per mettere le mani su quella che gli altri chiamano la "Bussola per la gestione di ospiti felici".


Intendono il mio libro, Metodo Hospitality.


Questa bussola nasce dopo dieci anni di studio e applicazione nel settore accoglienza e ti aiuta ad individuare i 4 punti cardinali per la gestione dell’ospite “felice".


Più nella pratica:

  1. comprensione;

  2. processi;

  3. gestione;

  4. effetto wow.

Sono i concetti fondamentali che troverai esplorati in lungo e in largo nei vari capitoli di "Metodo Hospitality”.


Ecco perché, se non hai ancora ordinato la tua copia, il mio umile consiglio è assicurartela (prima che sia troppo tardi) facendo clic su questo link.


Non penso sia un caso se... chi lo ha già acquistato...

lo definisce l'unico sistema che aiuta (in maniera concreta e senza inutili divagazioni) ad ottenere davvero più clienti più felici.


Si tratta di un manuale utile e pratico, da tenere costantemente sulla scrivania e da utilizzare come fosse la tua nuova bussola.


Un piccolo primo passo verso la totale dedizione ai tuoi ospiti.


È già successo con i miei studenti avanzati e succederà anche con te: gli ospiti non vedranno l'ora di rivederti e te lo diranno nell'esatto momento in cui ti lasceranno le loro testimonianze come persone soddisfatte del servizio e felici di fare affari con te.

Approfitta quindi del ridicolo prezzo che ho riservato per le ultime copie disponibili:

non ci sarà mai alcuna ristampa.


E ricorda: anche i più bravi - o i fuoriclasse - non possono compiere più di un singolo passo per volta. Quindi fai il tuo: ordina adesso la tua copia.


Un abbraccio e buon lavoro,

Stefi



bottom of page