Cerca
  • Stefania Salvatore

Le Maldive scommettono sul turismo Mice, tra business e relax

Aggiornamento: 30 lug

Le Maldive stanno pian piano ridefinendo in tutte le declinazioni possibili la propria offerta turistica. Non solo vacanze di lusso, lune di miele e viaggi d'avventura.


La destinazione dell’oceano Indiano sembra ora voler puntare sul segmento MICE.


Ma di cosa si tratta esattamente?


L’acronimo MICE (meetings, incentive, congress, events) si riferisce all’organizzazione dei viaggi legati a convegni, fiere, eventi, congressi e agli incentive travels (viaggi di incentivazione per i dipendenti di un’azienda e fidelizzazione dei clienti).



Il fenomeno sta crescendo velocemente e sembra procurare cospicui introiti alle località che si stanno specializzando in questo settore. D'altronde, i viaggiatori business crescono di numero di anno in anno e si prevede che entro il 2025 si espanderanno in un settore di mercato di 1.500 miliardi di dollari.


Inoltre, il cambiamento subito dall’organizzazione di eventi business, soprattutto a causa degli effetti globali della pandemia, ha quasi reso impossibile separare il lavoro dal tempo libero. Oggi, la sede ideale per un evento Mice è un luogo in cui poter parlare d’affari e allo stesso tempo beneficiare di momenti di relax.


Ecco che le Maldive, con la loro moltitudine di prodotti turistici, sono in grado di bilanciare business e leisure nel miglior modo possibile: dai resort ai city hotel passando perr boutique guesthouse e crociere.



Tutte soluzioni dotate di servizi di alto livello in grado di accogliere le esigenze del turismo Mice: sale meeting (comprese quelle vista mare), servizi catering d’eccellenza, attività di team building ed escursioni in una delle destinazioni più lussuose al mondo.


È soprattutto una questione di esigenze e aspettative e, come sottolineo sempre, il segreto del successo nelle proposte turistiche è racchiuso nel coraggio di osare: capire le aspettative dell'ospite, avventurarci negli abissi dei suoi desideri, delle paure, delle speranze e dei bisogni... ... perché questo ci permetterà di eccellere rispetto agli standard (spesso bassi) dei nostri diretti competitor.


Ne sono sicura: a quel punto potrai dire di conoscere davvero il tuo ospite target e lo aiuterai a districarsi al meglio in mezzo alla giungla di proposte (spesso poco chiare).


Ed è il motivo per cui, dopo 10 anni di studio e applicazione, ho creato "La bussola della gestione dell'ospite", adatta a tutti quegli operatori del settore accoglienza che desiderano ottenere soltanto ospiti felici ed aiutarli sinceramente.


Questa bussola ti aiuta ad individuare i 4 punti cardinali per la gestione dell’ospite “felice".


Più nella pratica:

  1. comprensione;

  2. processi;

  3. gestione;

  4. effetto wow.

Sono i concetti fondamentali che troverai esplorati in lungo e in largo nei vari capitoli del mio libro, "Metodo Hospitality”.


Se non hai ancora ordinato la tua copia, il mio umile consiglio è assicurartela (prima che sia troppo tardi) facendo clic su questo link.


Non penso sia un caso se... chi lo ha già acquistato...

lo definisce l'unico sistema che aiuta (in maniera concreta e senza inutili divagazioni) ad ottenere davvero più clienti più felici.


Si tratta di un manuale utile e pratico, da tenere costantemente sulla scrivania e da utilizzare come fosse la tua nuova bussola.


Un piccolo primo passo verso la totale dedizione ai tuoi ospiti.


È già successo con i miei studenti avanzati e succederà anche con te: gli ospiti non vedranno l'ora di rivederti e te lo diranno nell'esatto momento in cui ti lasceranno le loro testimonianze come persone soddisfatte del servizio e felici di fare affari con te.

Approfitta quindi del ridicolo prezzo che ho riservato per le ultime copie disponibili:

non ci sarà mai alcuna ristampa.


E ricorda: anche i più bravi - o i fuoriclasse - non possono compiere più di un singolo passo per volta. Quindi fai il tuo: ordina adesso la tua copia.


Un abbraccio e buon lavoro,

Stefi