Cerca
  • Stefania Salvatore

Lo straordinario successo degli hotel a zero stelle svizzeri: liste d'attesa lunghe almeno 6 mesi

Degli hotel senza camere, senza un tetto e senza nemmeno pareti.


È difficile credere possano avere successo, giusto?


Eppure, la proposta di un solo unico e grande letto a cielo aperto registra un costante tutto esaurito con migliaia di richieste di prenotazioni da tutto il mondo... nonostante il costo di quasi 300 euro a notte.


E no, non è certo l'immagine ad aiutare i fratelli Riklin a vincere la battaglia sul mercato.


Design essenziale, arredo ridotto al minimo, un letto e dei comodini sospesi con lampade, due sgabelli in legno e una minuscola cassaforte.


Ah, e il bagno dista 100 metri.


Persino la televisione é assente: dietro la cornice di una vecchia tv, gli ospiti trovano un maggiordomo che li intrattiene con informazioni, storie ed aneddoti del territorio.

La creazione di questo luogo anti-idilliaco è in realtà un progetto artistico creato per far riflettere. Il concetto dell'hotel è molto semplice: un materasso, due comodini, due lampade. Niente pareti, porte o finestre, la suite dei fratelli Riklin è un letto a cielo aperto in una location tutt'altro che da sogno.


Dopo il primo esperimento di successo all'interno di un bunker anti-atomico, l'ultima installazione nasce accanto ad un distributore di benzina, davanti a una strada estremamente trafficata dove è quasi impossibile riuscire a riposare.


Ma gli "Null Stern Suite" nascono proprio per questo: mettere gli ospiti di fronte all'impatto del genere umano sulla natura e la trasformazione del panorama, dall'inquinamento ai conflitti. Ed ecco che le persone più sensibili a queste tematiche fanno a gara pur di poter dimostrare agli altri di "Aver dato il mio contributo".

riklin_bros on Instagram

"Il sonno non è il punto - dice Frank Riklin in una nota stampa ufficiale - perché è più importante riflettere sull'attuale situazione mondiale. Stare qui è una dichiarazione sulla necessità di cambiamenti urgenti nella società".


Patrik Riklin continua: "In poche parole, non è il momento di dormire, dobbiamo reagire. Se continuiamo nella stessa direzione di oggi, alla lunga potrebbero esserci più luoghi anti-idilliaci che idilliaci".


Il progetto degli hotel a zero stelle non è una novità, infatti i fratelli Riklin hanno lanciato il loro progetto artistico tra il 2008 e il 2010, cominciando da una suite realizzata in un bunker anti atomico. Nel tempo, gli artisti hanno inaugurato altre suite in location molto diverse tra cui un letto nel vigneto ed uno su una pittoresca collina.


Ogni suite porta a riflessioni diverse e, tra le pochissime comodità, include un servizio di maggiordomo che offre bevande e colazione, al prezzo maggiorato di 325 franchi svizzeri per notte.

Secondo quanto riporta Euronews, la lista di attesa supera (ad oggi) le 6mila candidature. Del resto è difficile pensare a un modo più poetico per riflettere sul climate change.


Ed è proprio quello che ha permesso alla proposta dei due artisti (all'apparenza bizzarra) di trionfare nell'immediatezza: far breccia nei cuori delle persone grazie ad un pensiero comune già radicato nel pubblico target.


Che poi, è quello che dovresti fare anche tu con la tua struttura, anche se non sei riconosciuto come artista e non hai la possibilità di un risalto mediatico efficace fin da subito. Quindi ti serve una sorta di acceleratore.


Fortunatamente per te lo troverai nel mio ultimo libro, Brain Positioning - Come creare un brand efficace nel mercato extra alberghiero.

Iscrivendoti alla priority list riceverai uno special report con le "Keyword We Like", ovvero cosa è abituato a leggere, sentire ed ascoltare con piacere il tuo pubblico di riferimento. E in aggiunta a tutto questo, le parole da evitare sulle piattaforme da aggredire (questo ti farà risparmiare un sacco di tempo, fatica... ed inutile nervosismo).

In pratica costruirai in autonomia dei profili a prova di ban e capaci di attrarre flotte di clienti pronti ad aprire il portafoglio (alla fine della fiera è l'unica cosa che conta).


Quindi, clicca sul link, lascia i tuoi dati e aspetta il contatto da parte di un mio tutor che ti guiderà durante l'attesa di tutto questo ben di Dio.


E come sempre sentiti libero di scegliere.

La scelta è tua e soltanto tua.


Un grande abbraccio,

Stefi