Cerca
  • Stefania Salvatore

Novità attrattive per gli ospiti: a Gardaland spuntano camere a tema Jumanji

Non solo una nuova straordinaria attrazione: a Gardaland quest’anno si potrà dormire in una camera d’hotel a tema Jumanji.


Con l’inaugurazione della nuova stagione del parco a tema più famoso d’Italia, nel Gardaland Hotel saranno interamente tematizzate quattro camere.

Dal prossimo 2 aprile gli ospiti del parco troveranno questa nuova attrazione ispirata alla saga cinematografica Jumanji, chiamata Jumanji The Adventure, la prima al mondo interamente tematizzata.

Con le quattro nuove camere a tema, il Gardaland Resort – che comprende anche Gardaland Adventure Hotel e Gardaland Magic Hotel – offrirà ai piccoli ospiti ben 261 camere interamente tematizzate su un totale di 475.

gardaland.it

Le camere a tema Jumanji


Nelle nuove camere Jumanji si potrà continuare a vivere, anche dopo l’orario di chiusura del parco, una straordinaria avventura nella giungla come quella del celebre film.


Non appena entrati nella stanza, infatti, le pareti del corridoio simuleranno un fascio di luce verde, la stessa che nei film trasporta i protagonisti nel gioco. Poi si verrà catapultati in una misteriosa ambientazione: un tempio con rami e piante 3D che percorreranno tutto il soffitto crescendo tra le pietre.


E a quel punto, una gigantesca testa di giaguaro, simbolo della giungla da proteggere, avrà la funzione di guardiano della stanza difendendola da mandrilli, ippopotami e cobra che spunteranno dalle pareti. Nessun dettaglio è lasciato al caso.


Sulla scrivania troveremo poi tutti gli strumenti necessari ad affrontare l’avventura in pieno stile Jumanji, come il cannocchiale e le cartine geografiche, un porta valigie realizzato con delle antiche casse in legno fino ai tanti richiami ai protagonisti della serie cinematografica.

gardaland.it

Jumanji The Adventure, la nuova attrazione

“Jumanji” sorgerà proprio nel cuore di Gardaland e sarà una “dark ride” ossia un’attrazione al buio, per avventurieri di ogni età, con una storia coinvolgente ed emozionante. I visitatori affronteranno la giungla di Jumanji a bordo di un veicolo a forma di Jeep 4×4 e si faranno strada tra pericolosi animali, ostacoli di ogni tipo e un potente gigante di pietra, che cercherà in ogni modo di fermarli attraverso 12 diverse ambientazioni.


In particolar modo, dovremo affrontare gli "animatronics", grossi robot come il possente ippopotamo, che coglie tutti di sorpresa emergendo da una palude, o i pericolosi ragni, che si calano dall’alto sopra il veicolo in corsa o ancora lo spaventoso gigante di pietra che, ruggendo, esce da una caverna e con la mano blocca il passaggio.

Sarà una vera e propria gara contro il tempo, con l’obiettivo di riportare al leggendario tempio la sacra gemma preziosa e salvare il mondo di Jumanji.

Lo spunto da trarre da questo genere di notizie è che, come vedi (e come dico sempre), non c'è nessun limite alla volontà di offrire esperienze indimenticabili per gli ospiti.


Anzi: questa totale dedizione agli ospiti dovrebbe far riflettere tutti quegli addetti del settore accoglienza che continuano a trattare in maniera superficiale i poveri malcapitati.


Con un'offerta così ampia e variegata è meglio (oltre che più facile) cancellare certe brutte esperienze e preferire destinazioni dove i concetti di accoglienza e gestione superlativa dell'esperienza sono scolpiti nei cuori e nelle menti degli operatori.

Accoglienza e gestione superlativa sono parte dei concetti che esprimo nel mio libro,

Metodo Hospitality.


Non penso sia un caso se... chi lo ha già acquistato...

lo definisce l'unico sistema che aiuta (in maniera concreta e senza inutili divagazioni) ad ottenere più clienti più felici.

Se non hai ancora ordinato la tua copia, il mio umile consiglio è assicurartela (prima che sia troppo tardi) facendo clic su questo link.


Si tratta di un vero e proprio manuale utile e pratico, da tenere costantemente sulla scrivania e da utilizzare come fosse la tua nuova bussola. Approfitta quindi del ridicolo prezzo che ho riservato per le ultime copie disponibili. Anche perché non ci sarà alcuna ristampa, né ora né mai.


Quindi, per non auto-escluderti, sarebbe meglio ordinare adesso la tua copia.


Ad ogni modo sentiti libero di scegliere: la decisione è tua e soltanto tua.


Un abbraccio e buon lavoro,

Stefi