Cerca
  • Stefania Salvatore

Quest'anno assisteremo alla nascita dell'hotel più grande del mondo. Ecco l'Abraj Kudai

Aggiornamento: 19 feb

Qualunque sia attualmente l’hotel più grande del mondo sta per essere battuto: è in costruzione un hotel di 10mila camere.


Dopo alcuni problemi, principalmente finanziari, che hanno rimandato l’apertura, quest’anno dovrebbe essere quello buono. Assisteremo alla tanto attesa inaugurazione di quello che sarà l’hotel più grande del mondo.


È in costruzione a La Mecca, in Arabia Saudita, e si chiamerà Abraj Kudai. L’edificio, progettato dal gruppo Dar Al Handasah, ricorderà una fortezza nel deserto.

L’albergo disporrà di 10 mila camere, 45 piani, 4 eliporti e 70 ristoranti: si limiterà ad occupare (si fa per dire) una superficie pari a 1,4 milioni di metri quadrati.


A svettare, però, sono le 12 torri, 10 delle quali offriranno sistemazioni a 4 stelle.


Nelle altre due torri, invece, troveremo i comfort di un albergo a 5 stelle.


All’Abraj Kudai potrà soggiornare anche la famiglia reale: è stata progettata un’area dell’hotel accessibile esclusivamente a loro.

L'hotel dovrebbe essere inaugurato proprio questo anno e, oltre a diventare il più grande del mondo, probabilmente rivoluzionerà il mondo del lusso.


Per l'ennesima volta ci troviamo di fronte ad una situazione nella quale l'offerta è creata su un target specifico e non generico, assecondandone in pieno i desideri.


Ecco: individuare i desideri è un'attività che riguarda il marketing.


Tuttavia, si tratta di un'attività delicata, dove l'errore non è sempre contemplato. Ma la buona notizia è che tutti gli operatori dell'accoglienza possono imparare a impattare sul giusto target, previo studio ed impegno, fino a decidere di delegare degli esperti in maniera consapevole e non più "a naso".


Il primo passo, quindi, è ragionare ad ampio spettro.


Dobbiamo - necessariamente - individuare dei consumatori disposti ad aprire il portafoglio in maniera ripetuta.


Aprire il portafoglio in maniera ripetuta, in termini di marketing, non è altro che una piccola parte della matrice RFM (Recenza, Frequenza, valore Monetario).

Lo strumento indispensabile per estrarre questa linfa vitale dalle liste ed eccellere nel settore dell'accoglienza è il CRM (Customer Relationship Management).


In Metodo Hospitality® spiego perché il CRM è un tassello così importante per tutti i 5 step del metodo, e cioè:

  1. analisi;

  2. reputazione;

  3. strategia;

  4. conversione;

  5. fidelizzazione.

Ma non solo: ho progettato "La bussola della gestione del cliente", uno strumento preso in prestito dal mondo della nautica (al quale sono tanto affezionata), che ti aiuta ad individuare i 4 punti cardinali per la gestione di ospiti "più felici" e con i quali sarà sempre un piacere costruire rapporti ed affari a lungo termine.


Più nella pratica, questa bussola ti permetterà di:

  1. comprendere i veri bisogni dell'ospite;

  2. sviluppare i corretti processi di accoglienza;

  3. gestire al meglio il soggiorno dell'ospite e renderlo più felice;

  4. far vivere agli ospiti esperienze WOW in ogni frangente del soggiorno, così che bramino il desiderio di ritornare e possano spendere soltanto apprezzamenti per noi.

Espando questi concetti fondamentali nei vari capitoli del libro Metodo Hospitality, un manuale indispensabile da tenere a portata di mano sulla scrivania, costantemente.


Il mio consiglio è quello di investire nella tua unicità facendoti ispirare da una delle ultime copie disponibili del libro (sì, sto già lavorando alla versione 2.0 del Metodo). Quindi, se non l'hai ancora acquistato, puoi trovarlo qui.

L'acquisto del libro rappresenta lo step zero, ovvero il portale d'accesso nel magico mondo dell'accoglienza professionale. Ti garantisco che, da lì in avanti, tutto dipenderà esclusivamente da quanto tempo e impegno vorrai dedicare alla corretta applicazione dell'unico Metodo che punta a farti ottenere più clienti più felici.


In attesa di brindare al tuo successo ti mando un grande abbraccio,


Stefi