Cerca
  • Stefania Salvatore

Social travelling che passione! Scopri una realtà sempre più diffusa ed in rapida espansione

AAA cercasi compagni di viaggio: anche se i vecchi annunci in questo stile sono un po’ passati di moda, non significa che non sia possibile cercare qualcuno con cui condividere il divertimento di una vacanza (e magari dividere le spese).


Il social travelling - cioè l’abitudine di condividere viaggi con nuovi amici scoperti per l’occasione - è una realtà sempre più diffusa ed in rapida espansione.


Motivo per cui si moltiplicano le app e le piattaforme per aiutare chi cerca nuovi compagni di viaggio.

Come trovare compagni di viaggio?


Nell’epoca della condivisione virtuale sono numerosi gli strumenti che mettono in contatto le persone sulla base di interessi comuni o esigenze pratiche legate al concetto di “sharing”: basti pensare al successo di servizi come Uber, nati (anche) per condividere vetture private.


Non a caso, le soluzioni sono adatte a ogni tipo di esigenza.


Ogni viaggiatore, infatti, affronta le partenze in maniera diversa: da un lato c’è chi non può fare a meno di coinvolgere gli amici in ogni singola vacanza, ma dall’altro c’è chi ama l'esplorazione solitaria per non dipendere da nessuno e godersi al cento per cento le proprie scelte e le proprie esperienze.


In mezzo a queste due categorie, c’è chi viaggia da solo ma è comunque alla ricerca di nuovi amici con cui partire. Le possibilità offerte dalla tecnologia sono quanto mai dettagliate e ritagliate sulle esigenze, proprio grazie alle app per la ricerca di compagni di viaggio.

Che tu ci creda o meno, qualcuno vuole soltanto dividere le spese di trasporto.


E ovviamente non manca chi cerca compagni di viaggio in base all’età: difficile pensare che un ventenne abbia voglia di viaggiare in compagnia di un over 60 e viceversa.


Per questo le app e i siti specializzati permettono di affinare la ricerca del compagno di viaggio nei minimi particolari (silenzioso o fiume in piena?), fino a trovare il match perfetto per la propria vacanza.

E per i più scettici, a supporto dell'argomentazione abbiamo anche i dati: se l’app più usata dai viaggiatori di tutto il mondo è Google Maps, tra le più scaricate troviamo SoloTraveller, una “social travel app” per chi viaggia in solitaria e vuole connettersi ad altri viaggiatori nei paraggi.


Ma non è tutto: i servizi offerti spazieranno dalla possibilità di condividere un taxi fino alla sezione dedicata alle donne che viaggiano da sole.


La lezione che dobbiamo trarre da queste notizie è che proposte simili trovano spazio sul mercato perché vanno a "smuovere" alcuni desideri atavici, impossibili da spegnere. In questo caso parleremo a viaggiatori che vogliono sentirsi a proprio agio e indipendenti.


Come contraltare troveremo alcune paure profonde come quella di sentirsi sopraffatti dall'ambiente, risultare banali e anonimi o sentirsi avvolti dalla mediocrità.


Quando anche tu avrai collezionato tutti questi elementi, allora potrai dire di conoscere fino in fondo il tuo pubblico target. È risolvendo in anticipo tutte le obiezioni legate alla mancata soddisfazione del desiderio o armonizzazione della paura che otterrai ospiti felici.


Tuttavia lo capisco: non sembra un'attività semplice. E forse non lo è davvero.


Ed è il motivo per cui, dopo 10 anni di studio e applicazione, ho creato "La bussola della gestione dell'ospite", adatta a tutti quegli operatori del settore accoglienza che desiderano ottenere soltanto ospiti felici ed aiutarli sinceramente.


Questa bussola ti aiuta ad individuare i 4 punti cardinali per la gestione dell’ospite “felice".


Più nella pratica:

  1. comprensione;

  2. processi;

  3. gestione;

  4. effetto wow.

Sono i concetti fondamentali che troverai esplorati in lungo e in largo nei vari capitoli del mio libro, "Metodo Hospitality”.


Se non hai ancora ordinato la tua copia, il mio umile consiglio è assicurartela (prima che sia troppo tardi) facendo clic su questo link.


Non penso sia un caso se... chi lo ha già acquistato...

lo definisce l'unico sistema che aiuta (in maniera concreta e senza inutili divagazioni) ad ottenere davvero più clienti più felici.


Si tratta di un manuale utile e pratico, da tenere costantemente sulla scrivania e da utilizzare come fosse la tua nuova bussola.


Un piccolo primo passo verso la totale dedizione ai tuoi ospiti.


È già successo con i miei studenti avanzati e succederà anche con te: gli ospiti non vedranno l'ora di rivederti e te lo diranno nell'esatto momento in cui ti lasceranno le loro testimonianze come persone soddisfatte del servizio e felici di fare affari con te.

Approfitta quindi del ridicolo prezzo che ho riservato per le ultime copie disponibili:

non ci sarà mai alcuna ristampa.


E ricorda: anche i più bravi - o i fuoriclasse - non possono compiere più di un singolo passo per volta. Quindi fai il tuo: ordina adesso la tua copia.


Un abbraccio e buon lavoro,

Stefi