Cerca
  • Stefania Salvatore

Top ten mondiale delle colazioni in albergo: al secondo posto spicca una struttura italiana

Aggiornamento: 19 feb

La colazione sta diventando una caratteristica sempre più importante nella scelta di un hotel. Stando ai numeri e alle recensioni, gli ospiti amano colazioni di qualità con prodotti genuini.

Per questo motivo il portale britannico Mornings.co.uk ha stilato una classifica degli hotel con la migliore colazione al mondo.


E con grande sorpresa (degli esperti)... al secondo posto c’è una struttura italiana.


Per stilare questa particolare classifica sono stati prese in esame le strutture di 133 capitali del mondo e, basandosi sulle recensioni scritte su TripAdvisor, è stata redatta una classifica dei 10 hotel con la migliore colazione a livello globale.


Al primo posto di questa particolare classifica si trova il Park Plaza Westminster Bridge di Londra, che offrirebbe la migliore colazione in hotel con 5.363 ottime menzioni. Questo ha lasciato tutti di stucco, visto che l’Inghilterra non è particolarmente famosa per la sua cucina. La proposta dell’hotel vanta un perfetto caffè italiano e una vera colazione continentale che presenta ottimi prodotti di pasticceria e un vasto assortimento di piatti internazionali.

Affermano da Mornings.co.uk: “Quando 5.000 persone consigliano una colazione in hotel, probabilmente ne vale la pena.


In questa classifica internazionale (Malesia, Thailandia, Ungheria, Bahamas), con più di 4800 recensioni positive, vince la medaglia d’argento per la colazione l’Hotel Artemide di Roma.


L’Hotel si trova in una posizione strategica, a pochi passi sia dalla stazione di Roma Termini che dai principali siti di interesse del centro storico come il Colosseo, il Foro Romano, il Pantheon, Piazza di Spagna, la Scalinata di Trinità dei Monti.


La colazione all’italiana servita da questo splendido albergo nel cuore di Roma ha conquistato il palato di numerosi ospiti.


In tanti hanno dichiarato come la scelta di ritornare all’Hotel Artemide sia stata dettata prevalentemente dalla splendida colazione che comprende ottimi prodotti di pasticceria (come i cannoli siciliani e il tiramisù) e diverse prelibatezze degli chef.

Tuttavia, una volta sottoscritti i doverosi complimenti alla proprietà, è bene ragionare sull'aspetto del "ritorno" in struttura.


Quando una mossa strategica (come la colazione d'élite) accompagna gli ospiti alla conferma, al suggerimento condiviso, a scatenare il desiderio di ritorno (o di prova... per i nuovi ospiti)... significa che tutto il resto del lavoro è in discesa.


Ci troviamo su una corsia privilegiata: stiamo ottenendo più clienti più felici.


Ecco: ottenere più clienti più felici significa puntare verso un'unica direzione.

Offrire agli ospiti il massimo dell'accoglienza.


Per questo motivo ho creato "La bussola della gestione del cliente": ti aiuto ad individuare i 4 punti cardinali per la gestione di ospiti “più felici" e con i quali sarà sempre un piacere costruire rapporti ed affari a lungo termine.


Più nella pratica:

  1. comprendere i veri bisogni dell'ospite;

  2. come sviluppare i processi di accoglienza;

  3. come gestire il soggiorno dell'ospite e renderlo più felice;

  4. come far vivere agli ospiti esperienze WOW in ogni frangente del soggiorno.

Espando questi concetti fondamentali nei vari capitoli del libro "Metodo Hospitality”, un manuale indispensabile da tenere a portata di mano sulla scrivania, costantemente.


Il mio consiglio è quello di investire nella tua professionalità e unicità facendoti ispirare da una delle ultime copie disponibili del libro (sì, sto già lavorando alla versione 2.0 del Metodo).


Quindi, se non l'hai ancora acquistato, puoi trovarlo qui.



L'acquisto del libro rappresenta lo step zero, ovvero il portale d'accesso nel magico mondo dell'accoglienza professionale. Ti garantisco che, da lì in avanti, tutto dipenderà esclusivamente da quanto tempo e impegno vorrai dedicare alla corretta applicazione del Metodo.


Per il momento ti saluto e ti ringrazio per aver investito una parte del tuo tempo nella lettura del mio articolo.


Un grande abbraccio e buon lavoro,

Stefi