top of page
Cerca
  • Stefania Salvatore

Turismo ecologico e agricoltura sostenibile nel nome del cosmonauta Yuri Gagarin

Una vision complessa e ambiziosa: la Gagarin Valley vuole rilanciare il turismo della valle armena puntando sulla riqualificazione edilizia degli edifici, piste ciclabili e pedonali, biodiversità e diversificazione delle attività economiche.

MVRDV Studio

Commissionato dall’organizzazione armena DAR, Foundation for Regional Development and Competitiveness, il progetto della Gagarin Valley è interamente ispirato al cosmonauta Yuri Gagarin.


La valle, situata vicino al lago Sevan - il più grande del Caucaso - si trova a soli 50 chilometri dalla capitale Yerevan. Nella valle vivono circa 11.000 abitanti suddivisi in diversi paesi circondati da montagne, ed è costituita da un mosaico di appezzamenti di terra.


Yuri Gagarin, fu il primo essere umano ad orbitare attorno alla terra; ha visto la vulnerabilità del pianeta, una casa che necessita di cure extra, come hanno sottolineato molti altri astronauti da allora. Condivido questa preoccupazione: stimolare la biodiversità, migliorare la gestione dell’acqua e l’ecosistema è di grande importanza per il futuro della Gagarin Valley e del mondo. La valle ospiterà una serie di campi, dove potranno fiorire circa 10.000 specie di fiori, un arricchimento che darà all’area l’aspetto di un giardino dell’Eden.

Nella valle si praticherà l’agricoltura sostenibile per sviluppare un turismo ecologico capace di attrarre milioni di turisti. La destinazione é ideale per chi vuole fare passeggiate, escursioni, andare in bicicletta ed a cavallo.

MVRDV Studio

Il progetto prevede la realizzazione di 12.000 nuove unità abitative, strutture innovative e alloggi moderni. Il masterplan punta alla semina di 10.000 specie di piante su nuovi appezzamenti di terra, in modo da rendere il paesaggio visivamente più attraente e allo stesso tempo incentivando un nuovo tipo di agricoltura, utile alla diversità economica della popolazione locale.


L'obiettivo, entro il 2026, è quello di attrarre circa 2,5 milioni di turisti all’anno, ai quali la Valle di Gagarin potrebbe dare un contributo significativo.

MVRDV Studio

Abbiamo progettato una sfera che funge da mini-pianeta, dove le aule circondano un vuoto sferico e dove vengono mostrate e monitorate tutte le specie della valle e oltre. La sfera sarà circondata da un parco centrale che contiene tutte le specie: un arboreto scientifico, riflesso nella sfera specchiante. A Gagarin sarebbe piaciuto, credo.

Come vedi (e come dico sempre) non c'è nessun limite alla volontà di offrire esperienze indimenticabili per gli ospiti.


Anzi: questa totale dedizione dovrebbe far riflettere tutti quegli addetti del settore accoglienza che continuano a trattare in maniera superficiale i malcapitati turisti.


Con un'offerta così ampia e variegata è meglio (oltre che più facile) cancellare certe brutte esperienze e preferire destinazioni dove i concetti di accoglienza e gestione superlativa degli ospiti sono scolpiti nei cuori e nelle menti degli operatori.

MVRDV Studio

Accoglienza e gestione superlativa sono parte dei concetti che esprimo nel mio libro,

Metodo Hospitality.


Non penso sia un caso se... chi lo ha già acquistato...

lo definisce l'unico sistema che aiuta (in maniera concreta e senza inutili divagazioni) ad ottenere più clienti più felici.

Se non hai ancora ordinato la tua copia, il mio umile consiglio è assicurartela (prima che sia troppo tardi) facendo clic su questo link.


Si tratta di un vero e proprio manuale utile e pratico, da tenere costantemente sulla scrivania e da utilizzare come fosse la tua nuova bussola. Approfitta quindi del ridicolo prezzo che ho riservato per le ultime copie disponibili. Anche perché non ci sarà alcuna ristampa, né ora né mai.


Quindi, per non auto-escluderti, sarebbe meglio ordinare adesso la tua copia.


Ad ogni modo sentiti libero di scegliere: la decisione è tua e soltanto tua.


Un abbraccio e buon lavoro,

Stefi


bottom of page