Cerca
  • Stefania Salvatore

Una collezione di case storiche - salvate da rovine e abbandono - vince il premio Excellence of Asia

Aggiornamento: 11 mar

Il resort Las Casas Filipinas de Acuzar a Bagac, nelle Filippine, riceve il premio Historic Hotels Awards of Excellence dell’Asia e del Pacifico dal programma Historic Hotels Worldwide.

L'obbiettivo è la promozione del patrimonio e dei viaggi culturali in prestigiosi tesori storici. Il resort filippino, infatti, ha superato hotel ben più celebri come il Deogarh Mahal Rajasthan, il Raffles Singapore, il Beijing Hotel Nuo, il The Fullerton Hotel Singapore, il Raffles Grand Hotel D'Angkor e il The Murray Hong Kong.


Las Casas Filipinas è uno degli oltre 300 hotel e resort al mondo riconosciuti da Historic Hotels Worldwide per aver preservato e mantenuto l’integrità storica e architetturale e l’atmosfera originale.

L’hotel vanta l'eleganza senza tempo di 63 case storiche e 34 edifici di interesse.


Le case, perfettamente restaurate, rappresentano una fusione distintiva di architettura tradizionale e influenze moderne. L’hotel è frutto del sogno visionario del proprietario Jose “Jerry” Acuzar che, con la collaborazione di esperti artigiani, ha permesso un vero e proprio tuffo nel passato.


La collezione di case storiche è stata salvata da rovina e abbandono, presentando il meglio dell'artigianato, dell'arte e delle abilità filippine: così si è conferito alla proprietà un aspetto distintivo e unico.


L’arcipelago ospita diversi siti storici riconosciuti Patrimonio dell’Umanità, come Vigan, la città coloniale spagnola meglio conservata di tutta l’Asia, o le tante chiese barocche disseminate in tutto il Paese.

Un’offerta alberghiera in continua crescita completa l’offerta turistica, la cui punta di diamante sta nell’ospitalità e accoglienza del suo popolo, tanto speciale da rendere le Filippine l’unica destinazione turistica che non si promuove per la bellezza dei suoi luoghi ma per le emozioni che scatena nel viaggiatore.


E se ci rifletti un attimo, le emozioni da scatenare nel viaggiatore sono il punto sul quale insisto con tutte le mie forze per rivoluzionare il concetto di accoglienza e ospitalità anche nella nostra terra.


Anche perché il compito dei professionisti altro non è che quello di innescare emozioni positive tenendo al centro delle attenzioni la persona, comprendendone i bisogni e ascoltandolo in maniera attenta e profonda.


Tuttavia, è incredibile rilevare come queste linee guida sposino alla perfezione una piccola parte di quello che divulgo nel manuale per un'accoglienza perfetta, Metodo Hospitality.

Il mio consiglio è quello di investire nella tua professionalità e unicità, lasciandoti ispirare da una delle ultime copie disponibili (sì, sto già lavorando alla versione 2.0 del Metodo).


Quindi, se non l'hai ancora acquistato, puoi trovarlo qui.


L'acquisto del libro rappresenta lo step zero, ovvero il portale d'accesso nel magico mondo dell'accoglienza professionale.


Ti garantisco che, da lì in avanti, tutto dipenderà esclusivamente da quanto tempo e impegno vorrai dedicare alla corretta applicazione del Metodo.


In attesa di brindare al tuo successo, ti mando un grande abbraccio.


Stefi