Cerca
  • Stefania Salvatore

Appartamento o villa di lusso? Ecco la nuova tendenza della stagione 2022

L’estate 2022 sembra essere caratterizzata da un trend in costante ascesa: quello delle case vacanze, soprattutto di lusso.


La totale disponibilità di un appartamento tutto per sé, infatti, é una prospettiva a cui difficilmente si può rinunciare nell'ottica del godersi una vacanza perfetta.


Da quando è scoppiata la pandemia c’è stato un netto aumento della richiesta per le case vacanze, che infatti risultano - ad oggi - la soluzione di alloggio privilegiata.

Si registra un'impennata delle staycation, tendenza che si è diffusa nel corso degli ultimi due anni, durante i quali tanti italiani hanno deciso di rinunciare ai viaggi all’estero.


In base a una ricerca recente effettuata da Bookiply, l’88% tra i connazionali sceglie il Belpaese come meta per le proprie vacanze staycation.


La Sardegna è una delle destinazioni preferite, ottenendo il 14% delle preferenze, mentre sul secondo gradino del podio si colloca la Sicilia con una quota del 13% e in terza piazza c’è la Toscana con l’11%.

Nella top five anche la Puglia al 10% e l'unica meta di montagna, il Trentino Alto Adige, che raggiunge l’8%.


Per la stagione estiva in corso si registra un boom di prenotazioni, specie per le case vacanze della Sicilia e della Puglia. Per quanto riguarda la Sicilia in particolare, notevole l'aumento di interesse da parte dei turisti stranieri, soprattutto per chi arriva dai Paesi Bassi e dalla Germania. Una situazione che sorprende ancora di più alla luce del fatto che i costi sono comunque cresciuti sensibilmente.


Tra l’estate 2019 e l’estate 2022 - in Puglia - il costo di una casa vacanze è cresciuto del 34%, mentre in Sicilia il rialzo ha sfiorato il 32%.

Prenotazioni in aumento


Eppure, a dispetto di questa crescita dei prezzi, le prenotazioni non risentono degli aumenti. Per i turisti non ci sono particolari problemi nello spendere un po’ di più pur di godersi le ferie come desiderano.


Ed è proprio questo a fare tutta la differenza del mondo... Nel nostro Paese il volume delle prenotazioni medio per le case vacanze tra il 2019 e il 2021 è cresciuto del 57%. E anche tra gli stranieri cresce il desiderio di prendere in affitto una casa vacanza piuttosto del soggiorno in albergo.

E va ancora meglio ai proprietari di ville che mettono a disposizione comfort di fascia alta, come per esempio il campo da tennis e la piscina. Soluzioni irresistibili per gli amanti della privacy e dell'esclusività.


Infatti, se in vacanza è importante sentirsi sempre a proprio agio, certe persone non sono disposte ad accontentarsi di una stanza d'albergo, per quanto la struttura possa essere lussuosa e prestigiosa. Annunci come "Non rinunciare ai tuoi spazi e alle tue abitudini, goditi tutta l'indipendenza e la privacy che solo una vacanza in casa potrà offrirti!" sono sempre più presenti nei portali specializzati in questo genere di vacanze e fanno breccia nei cuori dei viaggiatori luxury.


E non solo: come dimenticare i vantaggi in termini esperienziali? Soggiornare in una casa offre maggiori possibilità di “vivere” la destinazione come locali e di scegliere un ambiente che rispecchia di più il nostro stile di vita.


Non stupisce quindi che le staycation si stiano posizionando sempre più vicino al Luxury Travel e, in particolare, all’Affordable Luxury.


Il viaggiatore altospendente si sta orientando sempre più verso la disponibilità esclusiva di tempi e spazi piuttosto che del lusso sfrenato, è informato e consapevole, attento al benessere fisico e sempre più interessato alle esperienze eno-gastronomiche.

La staycation si presta particolarmente bene per esplorare le vacanze slow lontano dai percorsi più battuti, alla ricerca di piccoli nidi di tranquillità.

castle

Ad ogni modo, come sottolineo sempre, il segreto del successo nelle proposte turistiche è racchiuso nel coraggio di osare: capire le aspettative dell'ospite, avventurarci negli abissi dei suoi desideri, delle paure, delle speranze e dei bisogni... ... perché questo ci permetterà di eccellere rispetto agli standard (spesso bassi) dei nostri diretti competitor.


Ne sono sicura: a quel punto potrai dire di conoscere davvero il tuo ospite target e lo aiuterai a districarsi al meglio in mezzo alla giungla di proposte (spesso poco chiare).


Ed è il motivo per cui, dopo 10 anni di studio e applicazione, ho creato "La bussola della gestione dell'ospite", adatta a tutti quegli operatori del settore accoglienza che desiderano ottenere soltanto ospiti felici ed aiutarli sinceramente.


Questa bussola ti aiuta ad individuare i 4 punti cardinali per la gestione dell’ospite “felice".


Più nella pratica:

  1. comprensione;

  2. processi;

  3. gestione;

  4. effetto wow.

Sono i concetti fondamentali che troverai esplorati in lungo e in largo nei vari capitoli del mio libro, "Metodo Hospitality”.


Se non hai ancora ordinato la tua copia, il mio umile consiglio è assicurartela (prima che sia troppo tardi) facendo clic su questo link.


Non penso sia un caso se... chi lo ha già acquistato...

lo definisce l'unico sistema che aiuta (in maniera concreta e senza inutili divagazioni) ad ottenere davvero più clienti più felici.


Si tratta di un manuale utile e pratico, da tenere costantemente sulla scrivania e da utilizzare come fosse la tua nuova bussola.


Un piccolo primo passo verso la totale dedizione ai tuoi ospiti.


È già successo con i miei studenti avanzati e succederà anche con te: gli ospiti non vedranno l'ora di rivederti e te lo diranno nell'esatto momento in cui ti lasceranno le loro testimonianze come persone soddisfatte del servizio e felici di fare affari con te.

Approfitta quindi del ridicolo prezzo che ho riservato per le ultime copie disponibili:

non ci sarà mai alcuna ristampa.


E ricorda: anche i più bravi - o i fuoriclasse - non possono compiere più di un singolo passo per volta. Quindi fai il tuo: ordina adesso la tua copia.


Un abbraccio e buon lavoro,

Stefi