Cerca
  • Stefania Salvatore

Barbizon Hotel: l'ex residenza per sole donne diventa una nuova serie... a cura di Jennifer Lopez

Dove vanno le ragazze per dare una possibilità di realizzo e sviluppo ai propri sogni?


Beh, se fossimo negli anni '40 la risposta sarebbe una ed una soltanto: al Barbizon Hotel di New York. Non c'erano tante altre possibilità: le famiglie non lasciavano le ragazze da sole in una grande città a inseguire una carriera artistica. Ma questo lo racconterà meglio JLo.


Il Barbizon era l'unica garanzia, l'unica protezione.

Un hotel per sole donne dalla reputazione impeccabile.


Non a caso hanno soggiornato attrici, scrittrici e modelle: da Rita Hayworth a Grace Kelly, da Joan Crawford a Liza Minnelli, da Sylvia Plath a Nora Ephron.

Barbizon Hotel
Barbizon Hotel

Tutte alla ricerca di formazione, lavoro e possibilità di successo.


Le porte del palazzo al civico 140 della 63a strada custodivano veri e propri segreti: gli uomini non erano ammessi e vigevano regole ferree.


Ma noi scopriremo molto di più attorno a questo luogo leggendario, visto che Jennifer Lopez in persona produrrà una serie sul Barbizon hotel dal titolo Backwards in Heels.


Le premesse penso siano già ottime.

Jennifer Lopez 2019
Jennifer Lopez

Il prezzo per una stanza del Barbizon era stimato in circa 20 dollari a settimana. Non che fossero delle suite, tutt'altro: circa 3 metri e mezzo per 2, con bagno in comune nel corridoio.


Ma essere ammesse non era facile: serviva dimostrare un supporto economico affidabile, delle lettere di raccomandazione che garantissero una impeccabile moralità e, da quanto sembra, anche un bell'aspetto.


La reputazione, infatti, era la chiave del fascino del Barbizon, inaugurato nel 1927 e diventato famoso a partire dagli anni 40-50. La sua fama si basava sul comportamento ineccepibile delle sue ospiti e sul mistero che circondava le loro vite.


Del resto erano tutte controllate a vista: gli uomini potevano entrare solo nella hall, sperando di intravvedere le loro innamorate, a patto che l'abbigliamento rientrasse in parametri tra il decente e il morigerato.


Poi, una volta dentro, sembra che le ragazze si scatenassero.


Piscina, bagno turco, palestra, solarium, roof garden, palcoscenico e spazi per esercitarsi nella danza e nella recitazione.

Barbizon Hotel Manhattan
Barbizon Hotel

Backwards in Heels si propone di restituirci uno spaccato di questo luogo affascinante ed eccitante: la serie seguirà la storia senza tempo delle ospiti ambiziose e glamour dell'hotel nella New York del secondo dopoguerra.


Da allora le cose sono cambiate diverse volte: l’hotel è stato rilevato prima da KLM Royal Dutch Airlines nel 1983 (che lo ha rinominato Golden Tulip Barbizon Hotel), poi dai proprietari dello Studio 54 che però lo abbandonarono nel 1994; nel 1998 fu il turno di un gruppo di investitori che lo rilevarono per venderlo al Berwind Property Group. L'ultimo passaggio riguarda la trasformazione in Melrose Hotel prima di dare l’annuncio che sarebbe diventato un edificio residenziale tradizionale.


Oggi si chiama Barbizon 63 e tra i suoi residenti vanta anche un erede della famiglia Bulgari.


Del vecchio residence per sole donne restano quattordici ex ospiti che, grazie ad alcune leggi, sono riuscite a rimanere in affitto (in quella che chiamavano casa) alle stesse cifre in cui vi entrarono oltre cinquant’anni fa.


Vengono soprannominate The Women, si trovano ancora nella hall del palazzo, portano bigodini e pantofole a testimonianza di un’epoca ormai molto lontana.

Donna anni 20-30
Stile anni '30

L'aspetto più curioso legato a questa notizia riguarda un solo concetto, ovvero quanto l'offerta del tempo fosse cucita su misura.


Intendo l'abilità nell'individuare un bisogno specifico: ospitare giovani donne che si trovavano nella Grande Mela per trovare un lavoro e inseguire il mondo dello spettacolo...


... ma che allo stesso tempo - per le convenzioni sociali dell’epoca - dovevano garantirsi un luogo sicuro e protetto dove risiedere senza intaccare la propria reputazione.


Con le sue comodità, lo stile neogotico e i servizi lussuosi, il Barbizon conquistava il cuore di giovani donne accomunate dalla sete d’indipendenza e che dovevano fare i conti con genitori preoccupati: ecco perché l’accesso agli uomini era strettamente limitato ad orari e modalità decise dalla direzione e soltanto nella hall.


Women Only

Questo significa soltanto una cosa: meglio conoscerai i tuoi ospiti e meglio saprai soddisfare le loro aspettative.


Si chiama coraggio di osare: capire le aspettative dell'ospite, avventurarci negli abissi dei suoi desideri, delle sue paure, delle sue speranze e dei suoi bisogni... Così potrai eccellere rispetto agli standard (spesso bassi) dei competitor.


Ne sono quasi sicura: a quel punto potrai dire di conoscere davvero il tuo ospite target, aiutandolo ad orientarsi in mezzo alla giungla di proposte (spesso simili) contro le quali si imbatte tutti i giorni.


Ed è il motivo per cui, dopo 10 anni di studio e applicazione, ho creato "La bussola della gestione dell'ospite", adatta a tutti quegli operatori del settore accoglienza che desiderano ottenere soltanto ospiti felici ed aiutarli sinceramente.


Questa bussola ti aiuta ad individuare i 4 punti cardinali per la gestione dell’ospite “felice".


Più nella pratica:

  1. comprensione;

  2. processi;

  3. gestione;

  4. effetto wow.

Sono i concetti fondamentali che troverai esplorati in lungo e in largo nei vari capitoli del mio libro, "Metodo Hospitality”.


Se non hai ancora ordinato la tua copia, il mio umile consiglio è assicurartela (prima che sia troppo tardi) facendo clic su questo link.


Non penso sia un caso se... chi lo ha già acquistato...

lo definisce l'unico sistema che aiuta (in maniera concreta e senza inutili divagazioni) ad ottenere davvero più clienti più felici.


Si tratta di un manuale utile e pratico, da tenere costantemente sulla scrivania e da utilizzare come fosse la tua nuova bussola.


Un piccolo primo passo verso la totale dedizione ai tuoi ospiti.


È già successo con i miei studenti avanzati e succederà anche con te: gli ospiti non vedranno l'ora di rivederti e te lo diranno nell'esatto momento in cui ti lasceranno le loro testimonianze come persone soddisfatte del servizio e felici di fare affari con te.

Approfitta quindi del ridicolo prezzo che ho riservato per le ultime copie disponibili:

non ci sarà mai alcuna ristampa.


E ricorda: anche i più bravi - o i fuoriclasse - non possono compiere più di un singolo passo per volta. Quindi fai il tuo: ordina adesso la tua copia.


Un abbraccio e buon lavoro,

Stefi