top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreStefania Salvatore

Professore americano prenota una stanza in albergo ma si ritrova in un bagno: tu come reagiresti?

La tragicomica avventura di un professore che è diventata virale sui social scatenando le reazioni di migliaia di utenti sembra una storia uscita dalle nostre vignette, ma invece è pura realtà!

E tu come reagiresti se, dopo aver prenotato un posto letto, ti ritrovassi a dover dormire in un bagno?

Penso sia una di quelle esperienze che nessuno vorrebbe vivere mai nella sua esistenza.

Eppure è proprio quello che è successo ad un professore universitario che ha voluto condividere con il mondo intero la sua singolare avventura tramite un tweet.

bed in bathroom

Non deve essere stato bello scoprire di avere un alloggio in un bagno.


Il malcapitato professore ha condiviso il suo pensiero sulla piattaforma social di Elon Musk.


Il testo del tweet, che ora non è più visibile al pubblico perché l’autore l’ha nascosto a chi non ha le autorizzazioni, recitava “TFW you arrive at your @airbnb and realize that the whole space is essentially just a large-ish bathroom that the host put a bed into”.


Tradotto, per chi non mastica bene l’inglese, è più o meno la seguente: Quella sensazione quando arrivi al tuo @airbnb e ti rendi conto che l’intero spazio è essenzialmente solo un grande bagno in cui l’host ha messo un letto”.

Insomma, il professore dell’Università di Berkeley in California, dopo aver prenotato una stanza su Airbnb, si è visto aprire la porta del bagno scoprendo così quale sarebbe stato il suo alloggio.

In effetti, come si vede dalla foto, il letto è collocato in un bagno ed è separato dal wc solamente da una sottile lastra in vetro.

Nel raccontare la vicenda, il professore spiega di non aver dato molta importanza al fatto che l’annuncio non fosse corredato da recensioni o da foto degli interni dell’alloggio che stava per prenotare.

Ma di certo non si aspettava un trattamento simile.

David è stato raggiunto da un messaggio tweet della stessa AirBnB, che lo invitava a comunicare il suo indirizzo mail per verificare la situazione.

L'eloquente e piccata risposta dovrebbe farti rabbrividire:

“Ho già parlato più volte con l’assistenza clienti e tutti i sostenitori dell’assistenza clienti con cui ho interagito non hanno avuto alcun interesse ad aiutare a risolvere il problema. Posso aspettarmi un risultato diverso questa volta?

A conclusione della storia, i responsabili della piattaforma di affitti brevi hanno rilasciato a una raccomandazione agli utenti, incoraggiandoli a controllare sempre le foto, la descrizione e le recensioni presenti sugli annunci degli alloggi, prima di prenotare un qualsiasi soggiorno.


I social ovviamente si sono scatenati: Airbnb si è trasformato in "Airbnpee" per alcuni utenti, mentre per altri la sigla "bnb" voleva rappresentare "letto nel bagno" ("bed in bathroom").


Lo stesso Holtz ha poi visto il lato divertente della sua prenotazione:


"Dopo aver dormito per 2 notti a un piede di distanza da un gabinetto, sono pronto a dormire per 26 notti nella giungla delle Fiji".

Fiji jungle

In totale sincerità, se mi segui da almeno un po', posso essere certa del fatto che non faresti mai e poi mai simili scherzi ad un ospite.


Dovresti aver imparato il valore dell'accoglienza superlativa anche solo leggendo gli oltre 400 articoli che ho scritto su questo blog.


Ma se sull'applicazione dovessi ancora nutrire qualche piccolo dubbio o insicurezza, permettimi di darti un semplice consiglio.


Investi oggi sulla tua unicità e preparati a raccoglierne i frutti praticamente da subito.


Perchè se ti interessa approfondire l'argomento, non puoi ignorare una spiegazione dettagliata per filo di ogni singolo passaggio da attuare in una struttura ricettiva che vuole differenziarsi e superare la concorrenza.


Ed è il motivo per cui sto offrendo quel facilitatore che avrei tanto voluto trovare ai miei esordi come host.


Questa scorciatoia privata si chiama Brain Positioning, costa meno di un portachiavi personalizzato e può essere tuo in men che non si dica. È sufficiente un semplice clic su questo link


Ma aspetta...

Subito dopo il clic si aprirà una nuova pagina sicura e con connessione crittografata.


Ti sarà chiesto di inserire i dati utili per il corriere.


Una volta completata la sezione anagrafica, è sufficiente premere il tasto arancione con scritto "Invia".


L'automazione mi informerà personalmente delle tue intenzioni d'acquisto ed io non vedo l'ora di confermare il tuo ordine senza alcun tipo di rischio per te.


Il motivo è semplice: se non riterrai Brain Positioning uno dei libri più utili ed illuminanti per la tua struttura ricettiva, potrai usufruire della speciale garanzia "Il Giuramento di Stefi Salvatore".


Funziona così: io ti garantisco al 100% che amerai questo libro.


Ma nell'improbabile e mai verificato caso in cui le informazioni al suo interno non siano le più rivoluzionarie che tu abbia mai letto nel mondo dell'accoglienza, fammelo sapere entro 90 giorni e ti restituirò il doppio dei soldi.


Non ti sarà chiesto nemmeno di rispedire le copie: potrai tenerle insieme a tutti gli altri Bonus che riceverai subito dopo l'acquisto.


Perchè lo faccio?


Per due motivi.


1) Perchè preferisco i fatti alle parole.


2) Perchè sono certa del funzionamento delle mie strategie. Hanno avuto successo sui tuoi colleghi e quindi non c'è alcun motivo logico che mi possa far pensare al contrario.


Ma ora la palla passa a te.


L'offerta è chiara.


La garanzia pure.


E hai tutto il potere decisionale nelle tue mani.


Non resta altro che cliccare il link più in basso e valutare - senza rischi - la bontà del mio metodo e la profondità delle mie conoscenze.



Grazie per aver letto l'articolo e per il continuo supporto,

ti mando un grande abbraccio,


Comentarios


bottom of page